conferenza 1Grottaglie è stata nominata ufficialmente “Città europea dello Sport 2020”. E' questa la decisione della Aces Europe, associazione che raggruppa le capitali e le città europee dello sport, dopo la selezione sulle sette città italiane che si erano candidate al titolo.

Oggi si tenuta, presso il convento dei Cappuccini di Grottaglie, la conferenza stampa di presentazione ufficiale del titolo conferito alla Città della Ceramiche, evento al quale hanno partecipato il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, il sindaco di Grottaglie Ciro D'Alò, il vicesindaco ed assessore allo sport del Comune di Grottaglie Vincenzo Quaranta, Angelo Giliberto, presidente del Coni Puglia, e Giuseppe Pinto, presidente regionale del Cip, Comitato italiano paralimpico.
Grottaglie ha presentato ufficialmente la candidatura a Città Europea dello Sport 2020 nel luglio scorso, poi giunta al titolo finale, acciglendo poi, per alcuni giorni, una delegazione dei commissari europei in un percorso per conoscere le realtà sportive, le strutture e gli impianti, ma anche il patrimonio storico, architettonico, paesaggistico e culturale del comune ionico.
Nell’occasione Michele Emiliano ha dichiarato: “sono molto orgoglioso di ciò che l'amministrazione comunale di Grottaglie ha saputo fare. Siamo una squadra e c'è il nostro pieno sostegno alle amministrazioni locali. Questo riconoscimento, ben spiegato nella motivazione dei commissari, già ottenuto, 'spingerà' anche la candidatura ai Giochi del Mediterraneo di Taranto – ha dichiarato Emiliano, collegando il titolo ottenuto da Grottaglie alla notizia candidatura del capoluogo ionico -; un grande evento che, come avevamo pensato, possa concludere la pianificazione strategica dell'area. Giocare da soli è il modo migliore per perdere prima di cominciare – ha spiegato alla platea -. Il gioco di squadra ha portato invece Grottaglie a essere la prossima città europea dello sport per il 2020. Siamo pronti a sostenere questo evento in ogni modo possibile”.
il sindaco Ciro D'Alò ha poi spiegato che “la commissione Aces ha valutato positivamente non solo le strutture, ma anche il clima che si è creato intorno allo sport, l'entusiasmo delle associazioni e dei cittadini. Adesso siamo a lavoro per portare avanti questo riconoscimento, con la collaborazione delle istituzioni. Prevediamo ricadute positive per il territorio. Lo sport è un vettore di buone pratiche e si potranno ospitare grandi eventi”.
Il prossimo 12 novembre, una delegazione di Grottaglie Città europea dello sport 2020 si recherà a Roma, per la consegna ufficiale del titolo. La tappa successiva sarà una giornata, a Grottaglie, dedicata agli sport paralimpici.
“C'è stata una grande partecipazione, grazie ad una serie di iniziative messe in campo con le associazioni e con la cittadinanza – ha detto l'assessore comunale allo sport Vincenzo Quaranta, ricordando il percorso che ha portato al titolo di Città europea dello sport 2020 -; nei prossimi passi, si partirà dall'attenta valutazione di quelle che sono le necessità strutturali della città (analisi già inserita nel dossier) e si porterà avanti la progettazione, già messa in atto nella fase della candidatura. Sfruttando le risorse strutturali ed impiantistiche, saranno portate qui, con la collaborazione di Coni e Cip, nuove discipline sportive, in modo da aumentare l'offerta sportiva e formativa della città ed avvicinare allo sport anche chi non lo pratica abitualmente”.